/Uomo come una donna

Uomo come una donna


I giapponesi amano le cose normali, e odiano le cose non normali.

Per esempio, io sono troppo alta come donna giapponese (non e’ normale), non sono sposata (non e’ normale), non ho bimbi (non e’ normale), mi piacciono gli affari(non e’ normale), odio i lavori di casa (non e’ normale), metto mini gonne (non e’ normale)… alla fine io sono una donna troppo strana, non vado bene per niente.
Meno male che sono venuta in Italia dove posso essere abbastanza normale.

Immagini come la vita degli omosessuali sia difficile in Giappone?
Io conoscono parecchi gay in Italia, invece in Giappone non ne conosco neanche uno. Non penso perche’ non esistano, ma solo perche’ non possano mostrarsi come sono

OCAMA

penguine

OCAMA non e’ una parola ufficiale, ma la usiamo da tanto tempo per indicare gli uomini a cui piacciono altri uomini.
Anche se e’ una parola molto comune, e’ delicato usarla davanti a OCAMA.

OCAMA indica piu’ l’uomo che si muove o parla come una donna, dunque l’uomo a cui piacciono uomini senza di essere feminile non e’ contento di essere chiamato OCAMA.

Anzi, anche se ti sembra qualcuno sia OCAMA, devi fare finta di non notarlo perche’ lui possa continuare la sua vita normale. Che palle!

Molto facile!


Sono blogger giapponese, anche studentessa dell'accademia delle arti ma la mia attività principale è il settore dei cosmetici naturali. Spesso torno in Giappone per i lavori e i piatti che prepara mia mamma :)