Qua, li, la


Tra Osaka e Tokyo ci sono 505 kilometri e ci vogliono solo due ore con i treni velocissimi che si chiamano SINKANSEN che arrivano ogni 10 minuti dalle 6:00 di mattina alle 22:00 di sera.

In Italia ci sono cosi’ pochi treni per un giorno che non possiamo perderli, anche se sono in ritardo, anche se arrivano a un altro binario senza dare l’informazione.

Dunque alla stazione italiana devo fare molta attenzione, chiedendomi ogni momento se e’ il posto giusto da aspettare, se mi accorgessi di qualcosa di strana, dovrei chiedere a un ferroviere dove arriva il treno.

shinkansen

COCO, SOCO, ASOCO?

COCO e’ il mio nome ma anche significa “qua” o “qui”.

SOCO e ASOCO significano “li” o “la”, ma c’e’ una differenza.
ASOCO significa “la” (lontano da noi).
SOCO significa “li” (lontano da me e vicino a te).

Coco “COCO?” (Qui?)
Ferroviere “HAI, COCO DES” (Si’, qua)

Coco “COCO?” (Qui?)
Ferroviere “IIE, ASOCO DES” (No, la)

Alla stazione giapponese dove raramente cambiano i binari, non c’e’ lo sciopero, ne’ il ritardo, sono sempre sicura dove devo aspettare il treno, non ho bisogno di usarli tanto.

A proposito, ASOCO e’ un tipo di “doppio senso”.
Se tu avessi un problema ginecologico, potresti dire “Ho mal di ASOCO”.
Se tu dicessi “ASOCO e’ grosso”, tutti capirebbero che il tuo pisello e’ grosso.

Molto facile!


13 件のコメント

  • Ciao Coco! In italiano gli avverbi di luogo sono: qui, qua, costì, costà, lì, là, colà. Costì e costà si usano solo in Toscana ma sono a tutti gli effetti ufficiali nella grammatica italiana e sono quello che tu descrivi “asoco”: sono lontani da te ma vicini alla persona cui ti rivolgi. Colà invece è in disuso ma indica sempre un luogo lontano da chi parla e da chi ascolta. Poi, per essere specifici, si possono usare avverbi composti come per esempio “costassù”, che sarebbe vicino all’interlocutore ma in alto o “laggiù” ovvero là in basso. Rendendo le cose semplici dovrebbe essere così:
    COCO qui (punto esatto dove si trova chi parla, molto circosritto. Es.: “sono qui sulla poltrona”) qua (zona più estesa, più incerta Es.: “sono qua, nella zona est della città”)
    SOCO costì (zona precisa, lontana da chi parla e da chi ascolta) costà (zona più estesa sempre lontana dagli interlocutori)
    ASOCO lì (zona precisa lontana) là (zona estesa o vaga, lontana)

    Comunque (purtroppo) la maggior parte degli italiani non sanno la differenza fra gli avverbi di luogo e li usano casualmente.
    Molti non comprendono “costì” o “costà” adoperando al loro posto “lì” e “là”, però è un errore!

  • Sai che quando sono andato da Tokyo ad Osaka lo Shinkansen ha ritardato mezz’ora? C’era emergenza per il maltempo. Invece la cosa più strana delle stazioni giapponesi è l’uomo che ti spinge sul treno quando c’è molta gente 🙂

    • il ritardo per il maltempo succede ma di solito per 5 o 10 minuti, 30minuni non e’ mai capitata!
      Comunque per noi arrivare in ritardo e’ troppo brutto, ci piacerebbe essere spinto nel treno pienissimo che arrivera’ puntualmente piuttosto che prendere il treno prossimo che probabilmente avra piu’ spazio 🙂

    • e’ differenza dell’idea di sicurezza.
      L’estate e’ la stagione di “fuochi artificiali” in Giappone, vengono tanta gente a vederli, cosi’ dalla stazione al luogo dell’evento tantissimi guardie e poliziotti controllano la sicurezza.
      Invece in italia, ogni volta vado a un evento, mi spavento dal fatto che non c’e’ servizio di sicurezza, ma sono positivo per questo “auto responsabilita’”.

  • Ciao CoCo, ho un immagine con una scritta in giapponese, volevo chiederti il significato, ma su questo blog posso inviare una immagine, se si come si fa?

  • Rispondi