“Mi piaci” si usa come “Ti amo” in Giappone


In giappone ho abitato per 16 anni con una gatta che si chiamava Seppia.
Quando lei e’ mancata, ho mandato una email a un mio capoufficio in cui avevo spiegato che un mio parente era morto e poi sono stata chiusa in camera per una settimana.
Mi piacciono i gatti.
gatto

WATASCI WA NECO GA SUKI DES.

Il gatto si chiama NECO in giapponese.
Anche se lei fosse femmina, anche se ce ne fossero tre, non cambiate con NECA o NECHI, si chiama sempre NECO.

SUKI significa piacevole.
GA… lo lasciamo perdere.

WATASCI WA NECO GA SUKI DES.
Giovanni WA SUSHI GA SUKI DES.
Gregorio WA SAMURAI GA SUKI DES.

In italia, ci sono tanti modi per dare un giudizio positivo, per esempio mi attira, mi piace, mi interessa, mi affascina, lo adoro, lo amo…

Invece in giappone SUKI va bene per tutte le situazioni, per animali, cibi, citta, hobbi, persone, ma quando lo si dice di fronte a una persona, SUKI significa quasi “Ti amo”,

Mario “ANATA GA SUKI DES.” (Mi piaci)
Angela “WATASCI MO DES.” (Anche tu)

Per noi questo discorso avrebbe bisogno di un grande coraggio e sarebbe super romantico.

Molto facile!