Giapponesi si suicidano per “Malattia di maggio”


Se tu avessi grande difficolta’ ad alzarti di mattina e non volessi andare all’ufficio perdendo la passione di lavorare, potrebbe essere colpa della “malattia di maggio”.

maggio

GOGATSUBIOU

GOGATSU significa “maggio”, BIOU significa “malattina”, dunque GOGATSUBIOU significa “malattia di maggio”.

In Giappone asilo, scuola, universita’, lavoro, ecc… tante attivita’ cominciano a aprile.
All’ufficio cambiano i posti, i gradi e le mansioni, cosi’ a aprile tanti giapponesi hanno la situazione nuova.
Di solito i giapponesi sono timidi, chiusi e seri, la situazone nuova e’ molto stressante.

Sotto stress lavorano tantissimo come  un italiano non puo’ immaginare, aprile e’ proprio dura per i giapponesi.

Pero’ alla fine di aprile arriva “Golden week”, improvvisamente passano una settimana divertentissima senza lavorare.
Piu’ divertente e’ la vacanza, piu’ difficile e’ tornare alla vita stressante, cosi’ a maggio non possono lavorare bene come prima.

Anzi in Giappone ogni anno piu’ di 25000 persone si suicidano e a aprire e a maggio sempre di piu’.

Dicono che le persone che sono molto serie e precise prendono questa malattia, per esempio, quelli che lavorano senza mangiare ne’ dormire ne’ fare pipi, dunque non mi preoccupo tanto per gli italiani!

Comunque di solito si puo guarire “malatttia di maggio” senza il medico lasciando passare il tempo.
Penso che abbiano bisogno di imparare un po’ dagli italiani.

Molto facile!


20 件のコメント

    • I giapponesi dal un paese dove “pazienza” “sopportare” “sacrificio”, sono cose belle, “godersi la vita” non e’ stato mai esiste nella nostra cultura.
      Lavorano tanto non per le vacanze come voi ma solo per la paura del futuro, anche si sposano per la paura del futuro, comprano una casa piccolissima con il mutuo grande per la paura del futuro, sopportano tante cose assurde, allafine suicidano per la paura del futuro.
      vorrei essere un po’ italiana -_-

  • Io dico sempre che “si lavora per vivere, ma non si vive per lavorare”. la qualità della vita è molto importante!!! Avevo sentito parlare della famigerata “malattia di maggio” in un podcast. Noi abbiamo il proverbio “Aprile dolce dormire”, perché anche per noi con l’arrivo della primavera alzarsi è molto più difficile! Si sta così bene a letto! Ah ah ah!

  • “la passione di lavorare” è una frase molto difficile da capire per un italiano, quelli che lavorano con passione sono solo quelli che hanno fatto della loro passione un lavoro. quelli che hanno un lavoro che non gli piace non avranno mai la passione di lavorare, anzi faranno di tutto per evitare di impegnarsi. Siamo due culture che si basano sull’ individualismo, ma è molto affascinante quanto questi due individualismi siano molto diversi tra di loro!

    • Secondo una giapponese, non ci importa se gli piace il lavoro o no, ma sono obligato lavorare bene e trattare i clienti bene perche’ prendono i soldi dai clienti.
      Noi sappiamo che il lavoro non e’ sempre divertente, ma possiamo essere contenti quando i clienti sono contenti.
      …ma non lo capite voi italiani?

      • Se parliamo di lavoro autonomo va bene, può anche essere che il lavoratore sia grato ai clienti per avere scelto lui e non altre aziende. Se parliamo di lavoro dipendente il lavoratore oggi non può essere contento sia perchè è trattato senza rispetto dal datore di lavoro sia perchè la paga è poca per vivere felici. Se leggi i giornali italiani capisci che la massima aspirazione di un italiano è fare soldi senza lavorare. Questo perchè tutti i posti decenti sono occupati da gente che è stata aiutata da persone importanti e quello che rimane agli altri sono le briciole. E con le briciole non si vive bene. Il senso del sacrificio e del dovere che esiste nella cultura giapponese non è proprio comprensibile da un italiano. Andava bene secondo me per i samurai che davano senso alla propria vita trovando una buona ragione per morire. Ma qui invece dei samurai avevamo esploratori e mercanti che giravano il mondo anzichè chiudersi in sè stessi come i samurai (senza mancare di rispetto ai samurai). Sono proprio modi diversi di vedere le cose.

        • Hai ragione, il sistema di tasse e’ terribile.
          prendono piu’ di 50% sul reddito dai popoli e quasi zero dai ricchi per successione.
          per esempio, in giappone un figlio di ricco non puo’ essere ricco, perche’ si deve pagare parecchio tasse, cosi’ solo persona che ha guadagnato puo’ avere 5 case.
          Tutti devono lavorare in Giappone ma in modo giusto..
          Dunque dovete cambiare legge e i politici. Questa domenica mi sembra che ci sia votare, ma i vostri politici…

  • Rispondi