/Perché i giapponesi fanno l’amore a Natale?

Perché i giapponesi fanno l’amore a Natale?


Nei primi del Novecento il primo albero di Natale, la prima torta di Natale e il primo BabboNatale sono arrivati in Giappone.
Dopo la seconda guerra mondiale i giapponesi adottavano molte abitudini del Stati Uniti, così hanno comminciato a festeggiare il Natale come gli americani.

Comunque in Giappone solo il 1.5% sono cristiani, non c’entra niente il compleanno di Jesu, quindi i giapponesi non pensano al senso di ogni abitudine del Natale.

Alla fine i giapponesi mettono un albero di Natale di plastica a casa, mangiano un pollo e una torta di fragole, scambiano i regali e fanno l’amore, tutti senza motivo.

I piatti importanti per il Natale giapponese

natalejapan

Per festeggiare il Natale alla giapponese si devono mangiare questi due piatti

  1. Pollo
  2. Torta decorata con panna e fragole

Pollo
Dopo la guerra mondiale tutte le informazioni occidentali arrivavano in Giappone dagli Stati Uniti.

Nella scena americana del Natale, spesso mettono un grossissimo tacchino arrosto nel centro tavolo.
I giapponesi volevano di copiarlo bene ma purtroppo non c’era la cultura di mangiare il tacchino, non lo trovavano, così qualcuno ha detto che andava bene anche un pollo, tanto assomiglia, secondo me.

Torta decorata con panna e fragole
La torta del Natale alla giapponese che è inventata nei primi del Novecento da una torta degli Stati Uniti, era sempre decorata con panna, fragola e spesso anche Babbonatale e una renna fatti di zucchero.

C’è ancora la torta di Natale standard con panna e fragole, ma adesso ci sono tante altre possibilità: torta di cioccolato, bush d’noel, ecc e si puo’ comprare in pasticcerie, alberghi eleganti, supermercati oppure su internet.
Se si vuole precisamente una torta di una pasticceria famosa, si deve prenotare almeno un mese prima.

Il Natale per i bambini

Come ai bambini italiani anche ai bambini giapponesi piace il Natale perché c’è la torta di Natale e arrivano i regali da Babbonatale.

Siccome in Giappone il 24 dicembre è feriale, papà lavora all’ufficio, la festa del Natale per i bambini significa “una cena con un pollo e una torta”.

Dopo la cena, i bambini vanno a letto e aspettano un regalo da Babbonatale mettendo una vecchia calza vicino al cuscino.
Visto che i bambini non gli chiedono un anello di diamante ma un gioco inpacchettato con una scatola grossa, la vecchia calza non serve al regalo dei bambini.
Secondo me qualcuno ha mischiato Babbonatale e Befana che non è conosciuta mai dai giapponesi.

Per sfortuna nessun casa giapponese ha un camino ma i bambini al mondo sono così puri che credono che Babbonatale ce la faccia di entrare a casa in qualsiasi modo.

Il Natale per le coppie giovani giapponesi

Anche se in Giappone né il 24 né 25 non sono festivi e di giorno tutti devono lavorare da mattina fino a sera, le ragazze giapponesi aspettano una sera romantica con il fidanzato.

  1. La cena romantica al ristorante
  2. Un regalo costoso
  3. La scena delle luci del Natale
  4. Fare l’amore di notte il 24 Dicembre in albergo bello

Molti i ragazzi giapponesi se ne fregano del Natale, forse tranne che per il punto 4, ma da mesi preparano tante cose, spendono i soldi solo per la serata del 24 dicembre, perché le ragazze giudicano da come il fidanzato organizzano bene il Natale.

Se le facessi aspettare davanti al ristorante economico per ore, poi se le regalassi una poesia sulla tavola, sicuramente niente il punto 4 e la fidanzata comincerebbe a cercare un altro per prossimo anno.

Comunque Il culmine del Natale in Giappone è il 24 dicembre di sera.

Il 25 di mattina i bambini che hanno ricevuto i regali non se ne fregano piu’ del Natale, i negozi sanno che nessuno compra piu’ i prodotti del Natale dopo il 24 dicembre così tolgono tutta la decorazione del Natal e preparano i prodotti per il capodanno.

Il 26 dicembre e poi tutti i giapponesi si sono completamente dimenticati del Natale, e pensano solo alla festa del capodanno.

Dunque il Natale alla giapponese è proprio come un Halloween per gli italiani.

Molto facile!


Sono blogger giapponese, anche studentessa dell'accademia delle arti ma la mia attività principale è il settore dei cosmetici naturali. Spesso torno in Giappone per i lavori e i piatti che prepara mia mamma :)